Erogazione del servizio

Per quanto concerne specificatamente l'attività del Centro, le attività sono erogate dal Lunedì al Venerdì, con orario continuato, dalle ore 8,00 alle ore 20,00 ed il sabato dalle ore 8,00 alle ore 16,00.


Relativamente all'erogazione dei servizi riabilitativi, il Centro A. Buonincontro adotta e garantisce specifici standard di qualità, in termini di condizioni e modalità uniformi, avuto riguardo ai requisiti strutturali, impiantistici ed organizzativi.

Nello specifico dei processi riabilitativi massima attenzione viene destinata dall'organizzazione all'appropriatezza ed al miglioramento continuo delle prestazioni attraverso la definizione di protocolli diagnostico-terapeutici per le principali patologie trattate ed attraverso la formulazione per ogni assistito di un progetto riabilitativo individuale. Infatti, completato l'iter di accettazione del paziente, avrà inizio il trattamento previa la predisposizione del "Progetto riabilitativo individuale".

Quest'ultimo, elaborato dall'equipe riabilitativa sulla scorta ed in accordo con le indicazioni del prescrittore pubblico, risponde alle seguenti finalità:

  • Individuare in maniera globale i bisogni di salute e le aspettative dell'assistito mediante la definizione della situazione attuale, avuto specifico riguardo alla patologia, alle menomazioni, alle disabilità, alle abilità residue e alla situazione socio-ambientale riscontrate;
  • Stabilire gli esiti desiderati, le priorità del paziente e dell'equipe curante;
  • Specificare gli obiettivi intermedi con i tempi previsti, le azioni, le condizioni e le fasi necessarie al loro raggiungimento;
  • Definire il ruolo dell'equipe riabilitativa rispetto alle azioni da intraprendere per il raggiungimento degli esiti desiderati;
  • Costituire il costante riferimento per ogni intervento svolto dall'equipe riabilitativa.

Alla luce delle suddette finalità, tale strumento viene concepito secondo una logica dinamica che presuppone la sua sistematica verifica di appropriatezza e di efficacia.

All'interno del progetto riabilitativo si colloca, quale strumento di attuazione e di verifica, il Programma Riabilitativo che definisce:

  • Le aree di intervento specifiche;
  • Gli obiettivi a breve termine;
  • I tempi e le modalità di erogazione degli interventi;
  • Gli operatori coinvolti, nel rispetto delle relative responsabilità professionali;
  • Gli indicatori clinici e di esito atti a monitorare e valutare il percorso terapeutico riabilitativo;
  • L'esito atteso in base alle predette misure ed i tempi previsti per il raggiungimento degli obiettivi prefìssati.

Tali strumenti vengono periodicamente riesaminati ed eventualmente revisionati al fine di assicurarne la continua adeguatezza ed efficacia sulla base delle misure d'esito riscontrate e/o di altre evidenze scientifiche di efficacia.


Vengono assicurati adeguati e pertinenti canali comunicativi con l'utenza al fine di consentirle di ottenere informazioni ed aggiornamenti circa le condizioni cliniche, i piani di trattamento, gli esiti e la valutazione di fine trattamento, nonché gli opportuni suggerimenti o addestramenti per il proseguimento delle cure al di fuori della Struttura.

Il Centro A. Buonincontro, per garantire una maggiore omogeneità dei trattamenti abilitativi/riabilitativi e ridurre al minimo la variabilità e soggettività nel trattamento erogato dai terapisti nella gestione di particolari patologie, al fine di fornire indicazioni cliniche e mettere in atto strategie organizzative efficienti e dirette al benessere psico-fisico del paziente, ha elaborato i PDT (Percorsi Diagnostico -Terapeutici), costituiti da una serie di tappe standardizzate di attività, che permettono di:

  • utilizzare metodiche operative validate e standardizzate a livello nazionale, di comprovata efficacia, condivise da tutti gli operatori;
  • elaborare dei protocolli per la valutazione oggettiva del paziente, rilevando le potenzialità residue e, di contro, le disabilità che hanno destabillizzato le sue funzioni primarie;
  • condurre il paziente lungo un binario in progressione dove incontrerà più figure di riferimento (Foniatra, Neuropsichiatra Infantile, Fisiatra, Psicologo, Logopedista, Fisioterapista, Terapista della Neuro e Psicomotricità dell'Età Evolutiva, Assistente sociale, ecc.) che collaborano sinergicamente tra loro;
  • avvalersi di strategie operative condivise da tutti gli operatori del centro, assicurando la continuità terapeutica in caso di cambio o di assenza del terapista o della figura terapeutica di riferimento;
  • ridurre al minimo le differenze operative nell'approccio col paziente tra i diversi terapisti;
  • ridurre la variabilità di trattamento a fronte della medesima situazione clinica;
  • standardizzare Protocolli Riabilitativi per il trattamento delle più comuni patologie.

 

I PDT attualmente utilizzabili dalla struttura, quali strumenti volti a garantire l'efficacia dell'integrazione e del coordinamento dell'assistenza insieme con l'efficienza dell'utilizzo delle risorse disponibili, sono pertinenti alla missione dell'organizzazione medesima, e riguardano la presa in carico e il trattamento dei pazienti affetti dalle principali patologie oggetto di trattamento quali Disturbi del linguaggio e dell’apprendimento, Disturbi dello spettro autistico, Ipoacusia, Lesioni cerebrali acquisite, Malattie neurologiche degenerative, Sindromi psicomotorie.

 

Riabilitazione
CENTRO ANNA RITA BUONINCONTRO | 159, Via Napoli - 80013 Casalnuovo Di Napoli (NA) | P.I. 01427131212 | Tel. 081 5227676 | Fax. 081 8426119 | c.buoninconto@inwind.it | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite